3. L'APPELLO AI TRIBUNALI PAGANI

1
V'è tra voi chi, avendo una questione con un altro, osa farsi giudicare dagli ingiusti anziché dai santi?
2
O non sapete che i santi giudicheranno il mondo? E se è da voi che verrà giudicato il mondo, siete dunque indegni di giudizi di minima importanza?
3
Non sapete che giudicheremo gli angeli? Quanto più le cose di questa vita!
4
Se dunque avete liti per cose di questo mondo, voi prendete a giudici gente senza autorità nella Chiesa?
5
Lo dico per vostra vergogna! Cosicché non vi sarebbe proprio nessuna persona saggia tra di voi che possa far da arbitro tra fratello e fratello?
6
No, anzi, un fratello viene chiamato in giudizio dal fratello e per di più davanti a infedeli!
7
E dire che è gia per voi una sconfitta avere liti vicendevoli! Perché non subire piuttosto l'ingiustizia? Perché non lasciarvi piuttosto privare di ciò che vi appartiene?
8
Siete voi invece che commettete ingiustizia e rubate, e ciò ai fratelli!
9
O non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non illudetevi: né immorali, né idolàtri, né adùlteri,
10
effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriaconi, né maldicenti, né rapaci erediteranno il regno di Dio.
11
E tali eravate alcuni di voi;
ma siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signore Gesù Cristo e nello Spirito del nostro Dio!


4. LA FORNICAZIONE

12
«Tutto mi è lecito!».
Ma non tutto giova.
«Tutto mi è lecito!».
Ma io non mi lascerò dominare da nulla.
13
«I cibi sono per il ventre e il ventre per i cibi!».
Ma Dio distruggerà questo e quelli;
il corpo poi non è per l'impudicizia, ma per il Signore, e il Signore è per il corpo.
14
Dio poi, che ha risuscitato il Signore, risusciterà anche noi con la sua potenza.
15
Non sapete che i vostri corpi sono membra di Cristo? Prenderò dunque le membra di Cristo e ne farò membra di una prostituta? Non sia mai!
16
O non sapete voi che chi si unisce alla prostituta forma con essa un corpo solo? I due saranno, è detto, un corpo solo.
17
Ma chi si unisce al Signore forma con lui un solo spirito.
18
Fuggite la fornicazione! Qualsiasi peccato l'uomo commetta, è fuori del suo corpo;
ma chi si dà alla fornicazione, pecca contro il proprio corpo.
19
O non sapete che il vostro corpo è tempio dello Spirito Santo che è in voi e che avete da Dio, e che non appartenete a voi stessi?
20
Infatti siete stati comprati a caro prezzo.
Glorificate dunque Dio nel vostro corpo!