L'unico vero Dio

1
Non a noi, Signore, non a noi,
ma al tuo nomegloria,
per la tua fedeltà, per la tua grazia.
2
Perché i popoli dovrebbero dire:
«Dov'è il loro Dio?».
3
Il nostro Dio è nei cieli,
egli opera tutto ciò che vuole.
4
Gli idoli delle genti sono argento e oro,
opera delle mani dell'uomo.
5
Hanno bocca e non parlano,
hanno occhi e non vedono,
6
hanno orecchi e non odono,
hanno narici e non odorano.
7
Hanno mani e non palpano,
hanno piedi e non camminano;
dalla gola non emettono suoni.
8
Sia come loro chi li fabbrica
e chiunque in essi confida.
9
Israele confida nel Signore:
egli è loro aiuto e loro scudo.
10
Confida nel Signore la casa di Aronne:
egli è loro aiuto e loro scudo.
11
Confida nel Signore, chiunque lo teme:
egli è loro aiuto e loro scudo.
12
Il Signore si ricorda di noi, ci benedice:
benedice la casa d'Israele,
benedice la casa di Aronne.
13
Il Signore benedice quelli che lo temono,
benedice i piccoli e i grandi.
14
Vi renda fecondi il Signore,
voi e i vostri figli.
15
Siate benedetti dal Signore
che ha fatto cielo e terra.
16
I cieli sono i cieli del Signore,
ma ha dato la terra ai figli dell'uomo.
17
Non i morti lodano il Signore,
quanti scendono nella tomba.
18
Ma noi, i viventi, benediciamo il Signore
ora e sempre.