1
Chiunque crede che Gesú è il Cristo, è nato da Dio;
e chiunque ama colui che lo ha generato, ama anche chi è stato generato da lui.
2
Da questo sappiamo di amare i figli di Dio: quando amiamo Dio e osserviamo i suoi comandamenti.
3
Questo infatti è l'amore di Dio: che noi osserviamo i suoi comandamenti;
e i suoi comandamenti non sono gravosi.
4
Poiché tutto quello che è nato da Dio vince il mondo;
e questa è la vittoria che ha vinto il mondo: la nostra fede.
5
Chi è che vince il mondo, se non colui che crede che Gesú è il Figlio di Dio?
6
Questi è colui che è venuto con acqua e sangue, cioè, Gesú Cristo;
non con acqua soltanto, ma con acqua e con sangue.
E lo Spirito è colui che ne rende testimonianza, perché lo Spirito è la verità.
7
Poiché tre sono quelli che rendono testimonianza nel cielo: il Padre, la Parola e lo Spirito Santo;
e questi tre sono uno.
8
Tre ancora sono quelli che rendono testimonianza sulla terra: lo Spirito, l'acqua e il sangue;
e questi tre sono d'accordo come uno.
9
Se noi accettiamo la testimonianza degli uomini, la testimonianza di Dio è ancora piú grande, poiché questa è la testimonianza di Dio che egli ha dato circa il suo Figlio.
10
Chi crede nel Figlio di Dio ha questa testimonianza in sé;
chi non crede a Dio, lo ha fatto bugiardo, perché non ha creduto alla testimonianza che Dio ha reso circa suo Figlio.
11
E la testimonianza è questa: Dio ci ha dato la vita eterna, e questa vita è nel suo Figlio.
12
Chi ha il Figlio, ha la vita;
chi non ha il Figlio di Dio, non ha la vita.
13
Ho scritto queste cose a voi che credete nel nome del Figlio di Dio, affinché sappiate che avete la vita eterna e affinché continuiate a credere nel nome del Figlio di Dio.
14
Questa è la sicurezza che abbiamo davanti a lui: se domandiamo qualche cosa secondo la sua volontà, egli ci esaudisce.
15
E se sappiamo che egli ci esaudisce in qualunque cosa gli chiediamo, noi sappiamo di avere le cose che gli abbiamo chiesto.
16
Se uno vede il proprio fratello commettere un peccato che non sia a morte, preghi Dio, ed egli gli darà la vita, a quelli cioè che commettono peccato che non è a morte.
Vi è un peccato che è a morte;
non dico egli debba pregare per questo.
17
Ogni iniquità è peccato, ma c'è un peccato che non è a morte.
18
Noi sappiamo che chiunque è nato da Dio non pecca;
chi è nato da Dio preserva se stesso, e il maligno non lo tocca.
19
Noi sappiamo che siamo da Dio e che tutto il mondo giace nel maligno.
20
Ma noi sappiamo che il Figlio di Dio è venuto e ci ha dato intendimento, affinché conosciamo colui che è il Vero;
e noi siamo nel Vero.
nel suo Figlio Gesú Cristo;
questo è il vero Dio e la vita eterna.
21
Figlioletti, guardatevi dagli idoli.