1
Nell'anno diciottesimo del regno di Geroboamo, figlio di Nebat, Abijam iniziò a regnare su Giuda.
2
Egli regnò tre anni a Gerusalemme.
Sua madre si chiamava Maakah, figlia di Abishalom.
3
Egli si abbandonò a tutti i peccati che suo padre aveva commesso prima di lui, e il suo cuore non fu interamente consacrato all'Eterno, il suo DIO, come il cuore di Davide suo padre.
4
Tuttavia per amore di Davide, l'Eterno, il suo DIO, gli lasciò una lampada in Gerusalemme, innalzando suo figlio dopo di lui e rendendo stabile Gerusalemme,
5
perché Davide aveva fatto ciò che è giusto agli occhi dell'Eterno e non si era allontanato in nulla da ciò che il Signore gli aveva comandato per tutto il tempo della sua vita, eccetto nel caso di Uriah lo Hitteo.
6
Fra Roboamo e Geroboamo vi fu guerra finché Roboamo visse.
7
Il resto delle gesta di Abijam e tutto ciò che egli fece non sono forse scritti nel libro delle Cronache dei re di Giuda? Vi fu guerra fra Abijam e Geroboamo.
8
Poi Abijam si addormentò con i suoi padri e fu sepolto nella città di Davide.
Al suo posto regnò suo figlio Asa.
9
Nell'anno ventesimo del regno di Geroboamo, re d'Israele, Asa iniziò a regnare su Giuda.
10
Egli regnò quarantun anni a Gerusalemme.
Sua madre si chiamava Maakah, figlia di Abishalom.
11
Asa fece ciò che è giusto agli occhi dell'Eterno, come Davide suo padre.
12
Eliminò dal paese quelli che si davano alla prostituzione sacra e fece sparire tutti gl'idoli che i suoi padri avevano fatto.
13
Destituí pure dalla dignità di regina sua madre Maakah, perch'essa aveva fatto fare un idolo orribile di Ascerah;
Asa abbattè quell'orribile idolo e lo bruciò presso il torrente Kidron.
14
Gli alti luoghi però non furono eliminati;
tuttavia il cuore di Asa rimase interamente consacrato all'Eterno per tutta la sua vita.
15
Egli fece portare nella casa dell'Eterno le cose che suo padre aveva consacrato e le cose che lui stesso aveva consacrato: argento, oro e vasi.
16
Ci fu guerra fra Asa e Baasha, re d'Israele, tutto il tempo della loro vita
17
Baasha, re d'Israele, salí contro Giuda e costruí Ramah, per impedire che alcuno andasse o venisse da Asa, re di Giuda.
18
Allora Asa prese tutto l'argento e l'oro ch'era rimasto nei tesori della casa dell'Eterno e i tesori del palazzo reale e li consegnò ai suoi servi;
il re Asa li mando poi da Ben-Hadad, figlio di Tabrimmon, figlio di Hezion, re di Siria, che abitava a Damasco, per dirgli
19
«Ci sia un'alleanza fra me e te come vi fu fra mio padre e tuo padre.
Ecco, io ti mando un dono di argento e d'oro;
va' a rompere la tua alleanza con Baasha, re d'Israele;
affinché egli si ritiri da me».
20
Ben-Hadad diede ascolto al re Asa e mandò i capi del suo esercito contro le città d'Israele, ed espugnò Ijon, Dan, Abel-Beth-Maakah e tutta la regione di Kinneroth con tutto il paese di Neftali.
21
Appena Baasha lo venne a sapere, smise di costruire Ramah e rimase a Tirtsah.
22
Allora il re Asa convocò tutti quelli di Giuda, nessuno escluso;
essi portarono via da Ramah le pietre e il legname che Baasha aveva usato per costruire, e con essi il re Asa edificò Gheba di Beniamino e Mitspah.
23
Il resto di tutte le gesta di Asa, tutte le sue prodezze, tutto ciò che egli fece e le città che costruí non sono forse scritti nel libro delle Cronache dei re di Giuda? Ma nella sua vecchiaia egli soffrí di male ai piedi.
24
Quindi si addormentò con i suoi padri e fu sepolto con i suoi padri nella città di Davide suo padre.
Al suo posto regnò suo figlio Giosafat.
25
Nadab, figlio di Geroboamo, iniziò a regnare su Israele il secondo anno di Asa, re di Giuda, e regnò su Israele due anni.
26
Egli fece ciò che è male agli occhi dell'Eterno e seguí le vie di suo padre e il peccato nel quale aveva fatto cadere Israele.
27
Poi Baasha, figlio di Ahijah della casa d'Issacar, congiurò contro di lui e lo uccise a Ghibbethon che apparteneva ai Filistei, mentre Nadab e tutto Israele assediavano Ghibbethon.
28
Baasha lo uccise l'anno terzo di Asa, re di Giuda, e regnò al suo posto.
29
Appena divenuto re, egli sterminò tutta la casa di Geroboamo;
non lasciò a Geroboamo anima viva, ma la distrusse interamente, secondo la parola che l'Eterno aveva pronunziato per mezzo del suo servo Ahijah lo Scilonita,
30
a motivo dei peccati di Geroboamo, commessi da lui e fatti commettere a Israele, provocando ad ira l'Eterno, il DIO d'Israele.
31
Il resto delle gesta di Nadab e tutto ciò che egli fece non sono forse scritti nel libro delle Cronache dei re d'Israele?
32
Ci fu guerra fra Asa e Baasha, re d'Israele, tutto il tempo della loro vita.
33
L'anno terzo di Asa, re di Giuda, Baasha, figlio di Ahijah, iniziò a regnare su tutto Israele a Tirtsah;
e regnò ventiquattro anni.
34
Egli fece ciò che è male agli occhi dell'Eterno e seguí le vie di Geroboamo e il suo peccato che questi aveva fatto commettere a Israele.