1
Deposta dunque ogni malizia ed ogni inganno, le ipocrisie, le invidie ed ogni maldicenza,
2
come bambini appena nati, desiderate ardentemente il puro latte della parola, affinché per suo mezzo cresciate,
3
se pure avete gustato che il Signore è buono.
4
Accostandovi a lui, come a pietra vivente, rigettata dagli uomini ma eletta e preziosa davanti a Dio,
5
anche voi, come pietre viventi, siete edificati per essere una casa spirituale, un sacerdozio santo, per offrire sacrifici spirituali, graditi a Dio per mezzo di Gesú Cristo.
6
Nella Scrittura si legge infatti: «Ecco io pongo in Sion una pietra angolare, eletta, preziosa, e chi crede in essa non sarà affatto svergognato».
7
Per voi dunque che credete essa è preziosa, ma per coloro che disubbidiscono: «La pietra, che gli edificatori hanno rigettato, è divenuta la testata d'angolo, pietra d'inciampo e roccia d'intoppo che li fa cadere».
8
Essendo disubbidienti, essi inciampano nella parola, e a questo sono altresí stati destinati.
9
Ma voi siete una stirpe eletta, un regale sacerdozio, una gente santa, un popolo acquistato per Dio, affinché proclamiate le meraviglie di colui che vi ha chiamato dalle tenebre alla sua mirabile luce;
10
voi, che un tempo non eravate un popolo, ma ora siete il popolo di Dio;
voi, che non avevate ottenuto misericordia, ma ora avete ottenuto misericordia.
11
Carissimi, io vi esorto, come stranieri e pellegrini, ad astenervi dai desideri della carne che guerreggiano contro l'anima.
12
Comportatevi bene fra i gentili affinché, là dove vi accusano di essere dei malfattori, a motivo delle buone opere che osservano in voi, possano glorificare Dio nel giorno della visitazione.
13
Sottomettetevi dunque per amore del Signore ad ogni autorità costituita: sia al re come al sovrano,
14
sia ai governatori, come mandati da lui per punire i malfattori e per lodare quelli che fanno il bene,
15
perché questa è la volontà di Dio, che, facendo il bene, turiate la bocca all'ignoranza degli uomini stolti.
16
Comportatevi come uomini liberi, non facendo uso della libertà come di un pretesto per coprire la malvagità, ma come servi di Dio.
17
Onorate tutti, amate la fratellanza, temete Dio, rendete onore al re.
18
Servi, siate con ogni timore sottomessi ai vostri padroni, non solo ai buoni e giusti, ma anche agli ingiusti,
19
perché è cosa lodevole se uno, per motivo di coscienza davanti a Dio, sopporta afflizioni soffrendo ingiustamente.
20
Che gloria sarebbe infatti se sopportate pazientemente delle battiture, quando siete colpevoli? Ma se sopportate pazientemente delle battiture quando agite bene, questa è cosa gradita a Dio.
21
A questo infatti siete stati chiamati, perché Cristo ha sofferto per noi, lasciandoci un esempio, affinché seguitate le sue orme.
22
«Egli non commise alcun peccato e non fu trovato alcun inganno nella sua bocca»,
23
Oltraggiato, non rispondeva con oltraggi;
soffrendo, non minacciava, ma si rimetteva nelle mani di colui che giudica giustamente.
24
Egli stesso portò i nostri peccati nel suo corpo sul legno della croce, affinché noi, morti al peccato, viviamo per la giustizia;
e per le sue lividure siete stati guariti.
25
Eravate infatti come pecore erranti, ma ora siete tornati al pastore e custode delle anime vostre.