1
Tutti coloro che sono sotto il giogo della schiavitù reputino i loro padroni degni di ogni onore, perché non vengano bestemmiati il nome di Dio e la dottrina.
2
Quelli poi che hanno padroni credenti non li disprezzino perché sono fratelli, ma li servano ancora meglio, perché coloro che ricevono il beneficio del loro servizio sono credenti e carissimi.
Insegna queste cose ed esorta a praticarle.
3
Se uno insegna una dottrina diversa e non si attiene alle sane parole, quelle del Signor nostro Gesú Cristo e alla dottrina che è secondo pietà,
4
è gonfio e non conosce nulla, ma ha un interesse morboso in questioni e dispute di parole, da cui nascono invidia litigi, maldicenze, cattivi sospetti,
5
vane dispute di uomini corrotti nella mente e privi della verità che stimano la pietà essere fonte di guadagno, da costoro separati.
6
Ora la pietà è un mezzo di grande guadagno, quando uno è contento del proprio stato.
7
Non abbiamo infatti portato nulla nel mondo, ed è chiaro che non possiamo portarne via nulla,
8
ma quando abbiamo di che mangiare e di che coprirci, saremo di questo contenti.
9
Ma coloro che vogliono arricchirsi cadono nella tentazione, nel laccio e in molte passioni insensate e nocive, che fanno sprofondare gli uomini nella rovina e nella distruzione.
10
L'avidità del denaro infatti è la radice di tutti i mali e, per averlo grandemente desiderato, alcuni hanno deviato dalla fede e si sono procurati molti dolori.
11
Ma tu, o uomo di Dio, fuggi queste cose e procaccia la giustizia, la pietà, la fede, l'amore, la pazienza e la mansuetudine.
12
Combatti il buon combattimento della fede, afferra la vita eterna, alla quale sei stato chiamato e per cui hai fatto la buona confessione di fede davanti a molti testimoni.
13
Ti supplico alla presenza di Dio che dà vita a tutte le cose e di Cristo Gesú che, testimoniando davanti a Ponzio Pilato, rese una buona testimonianza di fede,
14
di conservare questo comandamento senza macchia ed irreprensibile, fino all'apparizione del Signor nostro Gesú Cristo,
15
che a suo tempo manifesterà il beato e unico sovrano, il Re dei re e il Signore dei signori,
16
il solo che ha l'immortalità e abita una luce inaccessibile che nessun uomo ha mai vistopuò vedere, al quale sia l'onore e il dominio eterno.
Amen.
17
Ordina ai ricchi di questo mondo di non essere orgogliosi, di non riporre la loro speranza nell'incertezza delle ricchezze, ma nel Dio vivente, il quale ci offre abbondantemente ogni cosa per goderne
18
di fare del bene, di essere ricchi in buone opere, di essere generosi e di essere pronti a dare,
19
mettendo in serbo per se stessi un buon fondamento per l'avvenire, per afferrare la vita eterna.
20
O Timoteo, custodisci il deposito che ti è stato affidato, evitando i discorsi vani e profani e le argomentazioni contrastanti di quella che è falsamente chiamata scienza,
21
professando la quale, alcuni si sono sviati dalla fede.
La grazia sia con te! Amen.