1
Il terzo giorno, Ester si mise la veste reale e si presentò nel cortile interno reale nel palazzo reale, di fronte all'ingresso del palazzo.
2
Come il re vide la regina Ester in piedi nel cortile, ella si guadagnò il suo favore.
Cosí il re stese verso Ester lo scettro d'oro che teneva in mano, e Ester si avvicinò e toccò la punta dello scettro.
3
Allora il re le disse: «Che cosa vuoi, regina Ester? Qual è la tua richiesta? Fosse anche la metà del mio regno, ti sarà dato».
4
Ester rispose: «Se cosí piace al re, venga oggi il re con Haman al banchetto che gli ho preparato».
5
Allora il re disse: «Fate venire subito Haman, per fare ciò che Ester ha detto».
Cosí il re e Haman andarono al banchetto che Ester aveva preparato.
6
Mentre durante il banchetto veniva servito il vino, il re disse a Ester: «Qual è la tua richiesta? Ti sarà concessa.
Che cosa domandi? Fosse anche la metà del mio regno, sarà fatto».
7
Ester rispose e disse: «Ecco la mia richiesta e ciò che domando:
8
Se ho trovato grazia agli occhi del re e se piace al re di accordare la mia richiesta e di concedermi quel che domando, venga il re con Haman al banchetto che io preparerò loro, e domani faró come il re ha detto».
9
Quel giorno Haman uscí tutto allegro e con il cuore contento, ma quando Haman alla porta del re vide Mardocheo che non si alzava né si muoveva per lui fu pieno d'ira contro Mardocheo.
10
Tuttavia Haman si trattenne, andò a casa e mandò a chiamare i suoi amici e Zeresh, sua moglie.
11
Quindi Haman parlò loro dello splendore delle sue ricchezze, del gran numero dei suoi figli, di tutte le cose in cui il re l'aveva onorato, e del come lo aveva innalzato al di sopra dei principi e dei servi del re.
12
Haman aggiunse pure: «Anche la regina Ester non ha fatto venire assieme al re al banchetto che ha preparato nessun altro che me;
anche domani sono invitato da lei assieme al re.
13
Ma tutto questo non mi basta fin quando vedrò Mardocheo, il Giudeo, sedere alla porta del re».
14
Allora sua moglie Zeresh e tutti i suoi amici gli dissero: «Si prepari una forca alta cinquanta cubiti;
domani mattina di' al re che vi si impicchi Mardocheo;
poi va' pure contento al banchetto con il re».
La cosa piacque a Haman, che fece preparare la forca.