1
Questo è ciò che farai per consacrarli perché mi servano come sacerdoti.
Prendi un torello e due montoni senza difetto,
2
dei pani senza lievito, delle focacce senza lievito intrise con olio e delle schiacciate senza Lievito unte d'olio;
(le farai con fior di farina di grano).
3
Le metterai in un paniere e le porterai nel paniere insieme al torello e ai due montoni.
4
Farai avvicinare Aaronne e i suoi figli all'ingresso della tenda di convegno e li laverai con acqua.
5
Poi prenderai le vesti e rivestirai Aaronne della tunica, del mantello dell'efod, dell'efod e del pettorale, e lo cingerai della cintura artisticamente lavorata dell'efod.
6
Gli porrai in capo il turbante e metterai sul turbante il diadema sacro.
7
Poi prenderai l'olio dell'unzione, lo verserai sul suo capo e lo ungerai.
8
Farai quindi avvicinare i suoi figli e li rivestirai delle tuniche.
9
Cingerai Aaronne e i suoi figli con delle cinture e metterai su di loro dei copricapo;
il sacerdozio apparterrà loro per statuto perenne.
Così consacrerai Aaronne e i suoi figli.
10
Poi farai avvicinare il torello davanti alla tenda di convegno;
e Aaronne e i suoi figli poseranno le loro mani sulla testa del torello.
11
E scannerai il torello davanti all'Eterno, all'ingresso della tenda di convegno.
12
Prenderai quindi del sangue del torello e lo metterai col tuo dito sui corni dell'altare, e verserai tutto il resto del sangue ai piedi dell'altare.
13
prenderai pure tutto il grasso che copre gli intestini, il lobo attaccato al fegato e i due reni con il grasso che vi è sopra, e li farai fumare sull'altare.
14
Ma la carne del torello, la sua pelle, e i suoi escrementi li brucerai col fuoco fuori del campo: è un sacrificio per il peccato.
15
Poi prenderai uno dei montoni e Aaronne e i suoi figli poseranno le loro mani sulla testa del montone.
16
Scannerai il montone, prenderai il suo sangue e lo spruzzerai tutt'intorno sull'altare.
17
Poi taglierai a pezzi il montone, laverai i suoi intestini e le sue gambe, e le metterai con i suoi pezzi e con la sua testa.
18
Farai quindi fumare tutto il montone sull'altare: è un olocausto all'Eterno;
è un profumo gradevole, un sacrificio fatto mediante il fuoco all'Eterno.
19
Poi prenderai l'altro montone, e Aaronne e i suoi figli poseranno le loro mani sulla testa del montone.
20
Scannerai il montone, prenderai del suo sangue e lo metterai sul lobo dell'orecchio destro di Aaronne e sul lobo dell'orecchio destro dei suoi figli, sul pollice della loro mano destra e sul dito grosso del loro piede destro, e spruzzerai tutt'intorno il sangue sull'altare.
21
prenderai quindi del sangue che è sull'altare e dell'olio dell'unzione e ne aspergerai Aaronne e le sue vesti, i suoi figli e le vesti dei suoi figli con lui.
Così saranno consacrati lui e le sue vesti, i suoi figli e le loro vesti con lui.
22
Prenderai pure il grasso del montone il grasso della coda, il grasso che copre gli intestini, il lobo del fegato, i due reni e il grasso che vi è sopra e la coscia destra, (perché è un montone di consacrazione);
23
prenderai anche un pane, una focaccia all'olio e una schiacciata dal paniere del pane azzimo, che è davanti all'Eterno,
24
e porrai tutte queste cose nelle mani di Aaronne e nelle mani dei suoi figli, e le agiterai come offerta agitata davanti all'Eterno.
25
Poi le prenderai dalle loro mani e le farai fumare sull'altare, sopra l'olocausto, come un profumo gradevole davanti all'Eterno;
è un sacrificio fatto mediante il fuoco all'Eterno.
26
Prenderai quindi il petto del montone usato per la consacrazione di Aaronne e lo agiterai come offerta agitata davanti all'Eterno;
e questa sarà la tua parte,
27
E del montone usato per la consacrazione conserverai il petto dell'offerta agitata e la coscia dell'offerta elevata, che spettano ad Aaronne e ai suoi figli.
28
Esso sarà da parte dei figli d'Israele per Aaronne e per i suoi figli in statuto perenne, perché è un'offerta di elevazione.
Sarà un'offerta di elevazione da parte dei figli d'Israele presa dai loro sacrifici di ringraziamento, la loro offerta di elevazione all'Eterno.
29
E le vesti sacre di Aaronne passeranno ai suoi figli dopo di lui, perché siano unte in loro e consacrate in loro.
30
Quel figlio che diviene sacerdote al suo posto le indosserà per sette giorni, quando entrerà nella tenda di convegno per fare il servizio nel luogo santo.
31
Poi prenderai il montone della consacrazione e farai cuocere la sua carne in un luogo santo;
32
e Aaronne e i suoi figli mangeranno, all'ingresso della tenda di convegno, la carne del montone e il pane che è nel paniere.
33
Mangeranno le cose che sono servite per fare l'espiazione per consacrarli e santificarli;
ma nessun estraneo ne mangerà, perché sono cose sante.
34
E se rimarrà della carne della consacrazione o del pane fino al mattino, brucerai ciò che resta col fuoco;
non lo si mangerà, perché è cosa santa.
35
Farai dunque per Aaronne e per i suoi figli tutto ciò che ti ho ordinato: li consacrerai per sette giorni.
36
E ogni giorno offrirai un torello, come sacrificio per il peccato, per fare l'espiazione per esso e lo ungerai per consacrarlo.
37
Per sette giorni farai l'espiazione per l'altare e lo santificherai;
l'altare sarà santissimo: tutto ciò che toccherà l'altare sarà santo.
38
Or questo è ciò che offrirai sull'altare: due agnelli di un anno ogni giorno, per sempre.
39
Uno degli agnelli l'offrirai al mattino e l'altro l'offrirai sull'imbrunire.
40
Col primo agnello offrirai un decimo di efa di fior di farina impastata con un quarto di hin di olio vergine, e una libazione di un quarto di hin di vino.
41
Il secondo agnello l'offrirai sull'imbrunire;
l'accompagnerai con la stessa oblazione e con la stessa libazione della mattina;
è un sacrificio di profumo gradevole offerto mediante il fuoco all'Eterno.
42
Sarà un olocausto perpetuo per tutte le future generazioni, offerto all'ingresso della tenda di convegno, davanti all'Eterno, dove io vi incontrerò per parlarti.
43
E là io mi incontrerò coi figli d'Israele;
e la tenda sarà santificata dalla mia gloria.
44
Così santificherò la tenda di convegno e l'altare;
santificherò pure Aaronne e i suoi figli, perché mi servano come sacerdoti.
45
Dimorerò in mezzo ai figli d'Israele e sarò il loro DIO.
46
Ed essi conosceranno che io sono l'Eterno, il loro DIO, che li ho fatti uscire dal paese d'Egitto per dimorare tra di loro.
Io sono l'Eterno, il loro DIO».