1
La mano dell'Eterno fu sopra me, mi portò fuori nello Spirito dell'Eterno e mi depose in mezzo a una valle che era piena di ossa.
2
Quindi mi fece passare vicino ad esse, tutt'intorno;
ed ecco, erano in grandissima quantità sulla superficie della valle;
ed ecco, erano molto secche.
3
Mi disse: «Figlio d'uomo, possono queste ossa rivivere?».
Io risposi: «O Signore, o Eterno, tu lo sai».
4
Mi disse ancora: «Profetizza a queste ossa e di' loro: Ossa secche, ascoltate la parola dell'Eterno.
5
Cosí dice il Signore, l'Eterno, a queste ossa: Ecco, io faccio entrare in voi lo spirito e voi rivivrete.
6
Metterò su di voi la carne, vi coprirò di pelle e metterò in voi lo spirito, e vivrete;
allora riconoscerete che io sono l'Eterno».
7
Cosí profetizzai come mi era stato comandato;
mentre profetizzavo, ci fu un rumore;
ed ecco uno scuotimento;
quindi le ossa si accostarono l'una all'altra.
8
Mentre guardavo, ecco crescere su di esse i tendini e la carne, che la pelle ricoprí;
ma non c'era in loro lo spirito.
9
Allora egli mi disse: «Profetizza allo spirito, profetizza figlio d'uomo e di' allo spirito: Cosí dice il Signore, l'Eterno: Spirito, vieni dai quattro venti e soffia su questi uccisi, perché vivano»,
10
Così profetizzai come mi aveva comandato e lo spirito entrò in essi, e ritornarono in vita e si alzarono in piedi: erano un esercito grande, grandissimo.
11
Poi mi disse: «Figlio d'uomo, queste ossa sono tutta la casa d'Israele.
Ecco essi dicono: le nostre ossa sono secche, la nostra speranza è svanita e noi siamo perduti
12
Perciò profetizza e di' loro: Cosí dice il Signore, l'Eterno: Ecco, io aprirò i vostri sepolcri, vi farò uscire dalle vostre tombe, o popolo mio, e vi ricondurrò nel paese d'Israele.
13
Riconoscerete che io sono l'Eterno, quando aprirò i vostri sepolcri e vi farò uscire dalle vostre tombe, o popolo mio.
14
Metterò in voi il mio Spirito e voi vivrete, e vi porrò sulla vostra terra;
allora riconoscerete che io, l'Eterno, ho parlato e ho portato a compimento la cosa», dice l'Eterno.
15
La parola dell'Eterno mi fu nuovamente rivolta, dicendo:
16
«Tu, figlio d'uomo, prenditi un pezzo di legno e su di esso scrivi: "Per Giuda e per i figli d'Israele, suoi compagni".
Poi prenditi un altro pezzo di legno e su di esso scrivi: "Per Giuseppe bastone di Efraim e di tutta la casa d'Israele, suoi compagni".
17
Avvicinali quindi l'uno all'altro in un solo legno, affinché diventino una sola cosa nella tua mano.
18
Quando i figli del tuo popolo ti parleranno, dicendo: "Ci vuoi spiegare che cosa significano queste cose per te?"
19
tu dirai loro: Così dice il Signore, l'Eterno: Ecco, io prenderò il legno di Giuseppe, che è in mano di Efraim, e le tribú d'Israele che sono suoi compagni, e li unirò a questo, cioè al legno di Giuda, per farne un solo legno;
essi diventeranno cosi una sola cosa nella mia mano.
20
Tieni nella tua mano sotto i loro occhi i legni sui quali hai scritto
21
e di' loro: Cosí dice il Signore, l'Eterno: Ecco, io prenderò i figli d'Israele dalle nazioni fra le quali sono andati, li radunerò da ogni parte e li ricondurrò nel loro paese,
22
e farò di loro una sola nazione nel paese, sui monti d'Israele, un solo re regnerà su tutti loro;
non saranno piú due nazionisaranno piú divisi in due regni.
23
Non si contamineranno piú con i loro idoli, con le loro abominazioni e con tutte le loro trasgressioni;
li libererò da tutti i luoghi dove hanno abitato dove hanno peccato, e li purificherò;
cosí saranno il mio popolo e io sarò il loro DIO.
24
Il mio servo Davide sarà re su di loro e ci sarà un unico pastore per tutti;
essi cammineranno nei miei decreti, osserveranno i miei statuti e li metteranno in pratica.
25
E abiteranno nel paese che io diedi al mio servo Giacobbe, dove abitarono i vostri padri.
Vi abiteranno essi, i loro figli e i figli dei loro figli per sempre, e il mio servo Davide sarà loro principe per sempre.
26
Stabilirò con loro un patto di pace: sarà un patto eterno con loro, li renderò stabili, li moltiplicherò e metterò il mio santuario in mezzo a loro per sempre.
27
La mia dimora sarà presso di loro;
sí, io sarò il loro DIO ed essi saranno il mio popolo.
28
Anche le nazioni riconosceranno che io, l'Eterno, santifico Israele, quando il mio santuario sarà in mezzo a loro per sempre».