1
Ascoltate la parola dell'Eterno, o figli d'Israele, perché l'Eterno ha una contesa con gli abitanti del paese: «Non c'è infattiveritàmisericordiaconoscenza di DIO nel paese.
2
Non si fa che spergiurare, mentire, uccidere, rubare, commettere adulterio, rompere ogni restrizione e versare sangue su sangue.
3
Per questo il paese sarà in lutto e tutti i suoi abitanti languiranno, insieme alle bestie dei campi e agli uccelli del cielo anche i pesci del mare saranno eliminati.
4
Tuttavia nessuno contenda, nessuno rimproveri un altro, perché il tuo popolo è come quelli che contendono col sacerdote.
5
Perciò tu cadrai di giorno e anche il profeta cadrà con te di notte;
e io distruggerò tua madre.
6
Il mio popolo perisce per mancanza di conoscenza.
Poiché tu hai rifiutato la conoscenza, anch'io ti rifiuterò come mio sacerdote;
poiché tu hai dimenticato la legge del tuo DIO, anch'io dimenticherò i tuoi figli.
7
Piú si sono moltiplicati, piú hanno peccato contro di me;
cambierò la loro gloria in vituperio.
8
Si nutrono del peccato del mio popolo e attaccano il loro cuore alla sua iniquità.
9
Come del popolo cosí sarà del sacerdote: li punirò per la loro condotta e li ripagherò delle loro azioni.
10
Mangeranno, ma non si sazieranno;
si prostituiranno, ma non cresceranno;
perché hanno smesso di ascoltare l'Eterno.
11
Prostituzione, vino e mosto tolgono il senno.
12
Il mio popolo consulta i suoi idoli di legno e il suo bastone gli dà istruzioni;
poiché lo spirito di prostituzione li svia, ed essi si prostituiscono, sottraendosi al suo DIO.
13
Sacrificano sulle cime dei monti bruciano incenso, sui colli, sotto la quercia, il pioppo e il terebinto, perché la loro ombra è piacevole.
Perciò le vostre figlie si prostituiscono e le vostre nuore commettono adulterio.
14
Non punirò le vostre figlie se si prostituiscono, né le vostre nuore se commettono adulterio, perché essi stessi si appartano con le prostitute e offrono sacrifici con le prostitute dei templi;
perciò la gente che non ha intendimento perirà.
15
Benché tu, Israele, ti prostituisci, Giuda non si renda colpevole.
Non andate a Ghilgal, non salite a Beth-Aven e non giurate dicendo: "Come l'Eterno vive".
16
Poiché Israele è ostinato come una giovenca ostinata, ora l'Eterno lo pascerà come un agnello in un luogo spazioso
17
Efraim, si è unito a idoli, lascialo.
18
Persino quando le loro baldorie sono finite, commettono continuamente prostituzione, i loro capi amano ardentemente il disonore.
19
Il vento li ha legati alle sue ali ed essi avranno vergogna dei loro sacrifici».