1
Non rallegrarti, o Israele, per esultare come gli altri popoli, perché ti sei prostituito, allontanandoti dal tuo DIO;
hai amato il salario della prostituta su tutte le aie di grano.
2
L'aia e il torchio non li nutriranno e il mosto li lascerà delusi.
3
Essi non abiteranno nel paese dell'Eterno, ma Efraim ritornerà in Egitto e in Assiria mangeranno cibi impuri.
4
Non faranno piú libazioni di vino all'Eterno e i loro sacrifici non gli saranno graditi Saranno per loro come un cibo di lutto;
chiunque ne mangerà sarà contaminato, perché il loro pane sarà per sostenere la loro vita, non entrerà nella casa dell'Eterno.
5
Che cosa farete nei giorni delle solennità e nei giorni di festa dell'Eterno?
6
Poiché ecco, anche se sono sfuggiti alla distruzione, l'Egitto li radunerà insieme, Mof, li seppellirà, le loro cose preziose d'argento le possederanno le ortiche, e nelle loro tende cresceranno le spine.
7
Sono giunti i giorni della punizione, sono giunti i giorni della retribuzione;
Israele lo saprà.
Il profeta è uno stolto, l'uomo spirituale farnetica a causa della grandezza della tua iniquità e della grandezza della tua ostilità.
8
La sentinella di Efraim è col mio DIO, ma il profeta è un laccio di uccellatore in tutte le sue vie, c'è ostilità nella casa del suo DIO.
9
Essi si sono profondamente corrotti come ai giorni di Ghibeah;
ma egli si ricorderà della loro iniquità, punirà i loro peccati.
10
«Io trovai Israele come uve nel deserto, vidi i vostri padri come i fichi primaticci su un fico al suo inizio.
Ma giunti a Baal-peor, Si votarono all'ignominia e divennero spregevoli come ciò che amavano.
11
La gloria di Efraim volerà via come un uccello: non piú nascitagravidanza, né concepimento.
12
Anche se allevano i loro figli, io li priverò di essi, finché non rimanga piú alcun uomo;
sí, guai ad essi quando mi allontanerò da loro!
13
Efraim come guardando verso Tiro, è piantato in luogo gradevole;
ma Efraim dovrà condurre i suoi figli a colui che li ucciderà».
14
Da' loro, o Eterno… Che cosa darai loro? Da' loro un grembo che abortisce e mammelle asciutte.
15
Tutta la loro malvagità è a Ghilgal;
infatti ho preso a odiarli.
Per la malvagità delle loro azioni li scaccerò dalla mia casa, non li amerò piú;
tutti i loro capi sono ribelli,
16
Efraim è colpito, la sua radice è seccata;
essi non faranno piú frutto.
Sí, anche se dovessero avere figli, io farei morire i cari frutti del loro grembo.
17
Il mio DIO li rigetterà, perché non l'hanno ascoltato;
ed essi andranno errando fra le nazioni.