1
Poi l'intera assemblea dei figli d'Israele si radunò a Sciloh, e là eressero la tenda di convegno.
Il paese era loro sottomesso.
2
Ma rimanevano tra i figli d'Israele sette tribú, che non avevano ancora ricevuto la loro eredità.
3
Così Giosuè disse ai figli d'Israele: «Fino a quando trascurerete di andare a prendere possesso del paese che l'Eterno, il DIO dei vostri padri, vi ha dato
4
Scegliete fra voi tre uomini per ogni tribú e io li manderò.
Essi si leveranno, percorreranno il paese, ne faranno la descrizione in base alla loro parte d'eredità, e poi torneranno da me.
5
Essi lo divideranno in sette parti: Giuda rimarrà nel suo territorio a sud e la casa di Giuseppe rimarrà nel suo territorio a nord.
6
Voi farete dunque la descrizione del paese in sette parti;
la porterete qui da me, e io tirerò la sorte per voi qui, davanti all'Eterno, il nostro DIO.
7
Ma i Leviti non devono avere alcuna parte in mezzo a voi, perché il sacerdozio dell'Eterno è la loro eredità;
e Gad, Ruben e la mezza tribú di Manasse hanno già ricevuto la loro eredità al di là del Giordano a est, che Mosè, servo dell'Eterno, ha data loro».
8
Quegli uomini dunque si levarono e partirono;
e Giosuè a coloro che andavano a descrivere il paese comandò e disse: «Andate, percorrete il paese e fatene la descrizione;
poi tornate da me, e qui io tirerò la sorte per voi davanti all'Eterno, a Sciloh».
9
Così quegli uomini andarono, percorsero il paese e fecero in un libro la descrizione in sette parti secondo le città;
poi tornarono da Giosuè nell'accampamento di Sciloh.
10
Allora Giosuè tirò le sorti per loro a Sciloh davanti all'Eterno, e là sparti il paese tra i figli d'Israele, secondo le loro divisioni.
11
Fu tirata a sorte la parte della tribú dei figli di Beniamino, secondo le loro famiglie;
il territorio a loro toccato in sorte aveva i confini tra i figli di Giuda e i figli di Giuseppe.
12
Dal lato nord il loro confine iniziava dal Giordano, risaliva il versante a nord di Gerico, saliva per la regione montuosa verso ovest e terminava al deserto di Beth-Aven.
13
Di là il confine saliva a Luz, sul versante a sud di Luz (che è Bethel);
scendeva quindi ad Ataroth-Addar, presso il monte che si trovava a sud di Beth-Horon inferiore.
14
Poi il confine si estendeva, ripiegando sul lato ovest verso sud dal monte posto di fronte a Beth-Horon, a sud, per terminare a Kirjath-Baal, (che è Kiriath-Jearim), città dei figli di Giuda.
Questo era il lato ovest.
15
Il lato sud iniziava all'estremità di Kirjath-Jearim.
Il confine si estendeva verso ovest fino a toccare la sorgente delle acque di Neftoah;
16
poi il confine scendeva all'estremità del monte che si trova di fronte alla valle del figlio di Hinnom, che è nella valle dei giganti, al nord, e scendeva per la valle di Hinnom, sul versante sud della città dei Gebusei, fino a En-Roghel.
17
Piegava poi verso il nord e giungeva a En-Scemesh;
si estendeva quindi verso Gheliloth, che è di fronte alla salita di Adui, e scendeva al sasso di Bo-han, figlio di Ruben;
18
poi passava per il versante nord di fronte all'Arabah e discendeva verso l'Arabah.
19
Il confine passava quindi per il versante nord di Beth-Hoglah e terminava alla punta nord del Mar Salato, all'estremità sud del Giordano.
Questo era il confine a sud.
20
Il Giordano serviva di confine dal lato est.
Questa fu l'eredità dei figli di Beniamino in base ai suoi confini tutt'intorno, secondo le loro famiglie.
21
Le città della tribú dei figli di Beniamino, secondo le loro famiglie, furono: Gerico, Beth-Hoglah, Emek-Ketsits,
22
Beth-Arabah, Tsemaraim, Bethel,
23
Avvim, Parah, Ofrah,
24
Kefar-Haammoni, Ofni e Gheba: dodici città con i loro villaggi;
25
Gabaon, Ramah, Beeroth,
26
Mitspeh, Kefirah, Motsah,
27
Rekem, Irpeel, Taralah,
28
Tselah, Efel, Gebus, (che è Gerusalemme), Ghibeath e Kirjath: quattordici città con i loro villaggi.
Questa fu l'eredità dei figli di Beniamino, secondo le loro famiglie.