1
Ora, mentre Gesú usciva dal tempio e se ne andava, i suoi discepoli gli si accostarono per fargli osservare gli edifici del tempio.
2
Ma Gesú disse loro: «Non vedete voi tutte queste cose? In verità vi dico che non resterà qui pietra su pietra che non sarà diroccata».
3
Poi, mentre egli era seduto sul monte degli Ulivi, i discepoli gli si accostarono in disparte, dicendo: «Dicci, quando avverranno queste cose? E quale sarà il segno della tua venuta e della fine dell'età presente?».
4
E Gesú, rispondendo, disse loro: «Guardate che nessuno vi seduca!
5
Poiché molti verranno nel mio nome, dicendo: "io sono il Cristo" e ne sedurranno molti.
6
Allora sentirete parlare di guerre e di rumori di guerre;
guardate di non turbarvi, perché bisogna che tutte queste cose avvengano ma non sarà ancora la fine.
7
Infatti si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno;
vi saranno carestie, pestilenze e terremoti in vari luoghi
8
Ma tutte queste cose saranno soltanto l'inizio delle doglie di parto,
9
Allora vi sottoporranno a supplizi e vi uccideranno;
e sarete odiati da tutte le genti a causa del mio nome.
10
Allora molti si scandalizzeranno, si tradiranno e si odieranno l'un l'altro.
11
E sorgeranno molti falsi profeti, e ne sedurranno molti.
12
E perché l'iniquità sarà moltiplicata, l'amore di molti si raffredderà;
13
ma chi avrà perseverato fino alla fine sarà salvato,
14
E questo evangelo del regno sarà predicato in tutto il mondo in testimonianza a tutte le genti, e allora verrà la fine».
15
«Quando dunque avrete visto l'abominazione della desolazione predetta dal profeta Daniele, posta nel luogo santo (chi legge intenda),
16
allora coloro che sono nella Giudea fuggano ai monti.
17
Chi si trova sulla terrazza della casa, non scenda a prendere qualcosa di casa sua;
18
e chi è nei campi, non torni indietro a prendere il suo mantello.
19
Ma guai alle donne incinte e a quelle che allatteranno in quei giorni!
20
E pregate che la vostra fuga non accada d'inverno, né di sabato
21
perché allora vi sarà una tribolazione cosí grande, quale non vi fu mai dal principio del mondo fino ad ora né mai più vi sarà.
22
E se quei giorni non fossero abbreviati, nessuna carne si salverebbe;
ma a motivo degli eletti quei giorni saranno abbreviati.
23
Allora se qualcuno vi dice: "Ecco, il Cristo è qui" oppure "è là" non gli credete.
24
Perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e faranno grandi segni e miracoli tanto da sedurre, se fosse possibile anche gli eletti.
25
Ecco, io ve l'ho predetto.
26
Se dunque vi dicono: "Ecco è nel deserto" non vi andate: "Ecco è nelle stanze segrete" non ci credete.
27
Infatti, come il lampo esce da levante e sfolgora fino a ponente cosí sarà la venuta del Figlio dell'uomo.
28
Poiché dovunque sarà il carname, li si aduneranno le aquile».
29
«Ora, subito dopo l'afflizione di quei giorni, il sole si oscurerà e la luna non darà il suo chiarore, le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno scrollate.
30
E allora apparirà nel cielo il segno del Figlio dell'uomo;
e tutte le nazioni della terra faranno cordoglio e vedranno il Figlio dell'uomo venire sulle nuvole del cielo con potenza e grande gloria.
31
Ed egli manderà i suoi angeli con un potente suono di tromba, ed essi raccoglieranno i suoi eletti dai quattro venti, da una estremità dei cieli all'altra.
32
Ora imparate dal fico questa similitudine: quando ormai i suoi rami s'inteneriscono e le fronde germogliano, sapete che l'estate è vicina.
33
Cosí anche voi, quando vedrete tutte queste cose, sappiate che egli è vicino, anzi alle porte.
34
In verità vi dico che questa generazione non passerà, finché tutte queste cose non siano avvenute.
35
Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno».
36
«Quanto poi a quel giorno e a quell'ora, nessuno li conosce, neppure gli angeli dei cieli, ma soltanto il Padre mio.
37
Ma come fu ai giorni di Noè, cosí sarà anche alla venuta del Figlio dell'uomo.
38
Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio, le persone mangiavano, bevevano, si sposavano ed erano date in moglie, fino a quando Noè entrò nell'arca;
39
e non si avvidero di nulla, finché venne il diluvio e li portò via tutti;
cosí sarà pure alla venuta del Figlio dell'uomo.
40
Allora due saranno nel campo;
uno sarà preso e l'altro lasciato.
41
Due donne macineranno al mulino, una sarà presa e l'altra lasciata.
42
Vegliate dunque, perché non sapete a che ora il vostro Signore verrà.
43
Ma sappiate questo che, se il padrone di casa sapesse a che ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe forzare la casa.
44
Perciò anche voi siate pronti, perché nell'ora che non pensate, il Figlio dell'uomo verrà».
45
«Qual è dunque quel servo fedele e avveduto, che il suo padrone ha preposto ai suoi domestici, per dar loro il cibo a suo tempo?
46
Beato quel servo che il suo padrone, quando egli tornerà, troverà facendo così.
47
In verità vi dico che gli affiderà l'amministrazione di tutti i suoi beni.
48
Ma, se quel malvagio servo dice in cuor suo: "il mio padrone tarda a venire"
49
e comincia a battere i suoi conservi, e a mangiare e a bere con gli ubriaconi;
50
il padrone di quel servo verrà nel giorno in cui meno se l'aspetta e nell'ora che egli non sa;
51
lo punirà duramente e gli riserverà la sorte degli ipocriti.
sarà il pianto e lo stridor di denti».