1
Ora, quando egli fu sceso dal monte, grandi folle lo seguirono.
2
Ed ecco, un lebbroso venne e l'adorò, dicendo: «Signore, se vuoi, tu puoi mondarmi».
3
Gesú, distesa la mano, lo toccò dicendo: «Sí, io lo voglio, sii mondato».
E in quell'istante egli fu guarito dalla sua lebbra.
4
Allora Gesú gli disse: «Guardati dal dirlo ad alcuno;
ma va mostrati al sacerdote, e presenta l'offerta prescritta da Mosè, affinché questo serva loro di testimonianza».
5
Quando Gesú fu entrato in Capernaum, un centurione venne a lui pregandolo,
6
e dicendo: «Signore, il mio servo giace in casa paralizzato e soffre grandemente».
7
E Gesú gli disse: «Io verrò e lo guarirò».
8
Il centurione, rispondendo, disse: «Signore, io non son degno che tu entri sotto il mio tetto;
ma di' soltanto una parola, e il mio servo sarà guarito.
9
Perché io sono un uomo sotto l'autorità di altri e ho sotto di me dei soldati;
e se dico all'uno: "Va'" egli va;
e se dico all'altro: "Vieni" egli viene;
e se dico al mio servo: "Fa' questo" egli lo fa».
10
E Gesú, avendo udite queste cose, si meravigliò, e disse a coloro che lo seguivano: «In verità vi dico, che neppure in Israele ho trovata una cosí grande fede.
11
Or io vi dico, che molti verranno da levante e da ponente e sederanno a tavola con Abrahamo, con Isacco e con Giacobbe, nel regno dei cieli.
12
Ma i figli del regno saranno gettati nelle tenebre di fuori.
sarà il pianto e lo stridor di denti»,
13
E Gesú disse al centurione: «Va' e ti sia fatto come hai creduto!».
E il suo servo fu guarito in quell'istante.
14
Poi Gesú, entrato nella casa di Pietro, vide che la suocera di lui era a letto con la febbre.
15
Ed egli le toccò la mano e la febbre la lasciò, ed ella si alzò e prese a servirli.
16
Ora, fattosi sera, gli furono presentati molti indemoniati;
ed egli, con la parola, scacciò gli spiriti e guarí tutti i malati,
17
affinché si adempisse ciò che fu detto dal profeta Isaia, quando disse: «Egli ha preso le nostre infermità e ha portato le nostre malattie».
18
Ora Gesú, vedendo intorno a sé grandi folle, comandò che si passasse all'altra riva,
19
Allora uno scriba, accostatosi, gli disse: «Maestro, io ti seguirò dovunque tu andrai».
20
E Gesú gli disse: «Le volpi hanno delle tane, e gli uccelli del cielo dei nidi, ma il Figlio dell'uomo non ha neppure dove posare il capo».
21
Poi un altro dei suoi discepoli gli disse: «Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio padre».
22
Ma Gesú gli disse: «Seguimi, e lascia che i morti seppelliscano i loro morti».
23
Ed essendo egli salito nella barca, i suoi discepoli lo seguirono.
24
Ed ecco sollevarsi in mare una tempesta cosí violenta, che la barca era coperta dalle onde.
Or egli dormiva.
25
E i suoi discepoli, accostatisi, lo svegliarono dicendo: «Signore salvaci, noi periamo!».
26
Ma egli disse loro: «Perché avete paura, uomini di poca fede?».
E, alzatosi, sgridò i venti e il mare, e si fece gran bonaccia.
27
Allora gli uomini si meravigliarono, e dicevano: «Chi è costui, al quale anche il mare e i venti ubbidiscono?».
28
E quando giunse all'altra riva, nella regione dei Ghergheseni, gli si fecero incontro due indemoniati, usciti dai sepolcri, tanto furiosi che nessuno poteva passare per quella via.
29
Ed ecco, essi si misero a gridare, dicendo: «Che vi è tra noi e te, o Gesú, Figlio di Dio? Sei tu venuto qui, per tormentarci prima del tempo?».
30
Non lontano da loro, vi era un grande branco di porci che pascolava.
31
E i demoni lo pregavano, dicendo: «Se tu ci scacci, permettici di andare in quel branco di porci».
32
Ed egli disse loro: «Andate!».
Cosi essi, usciti, se ne andarono in quel branco di porci, ed ecco tutto quel branco di porci si precipitò dal dirupo nel mare, e morirono nelle acque.
33
Coloro che li custodivano fuggirono e, andati nella città, raccontarono tutte queste cose, incluso il fatto degli indemoniati.
34
Ed ecco tutta la città uscí incontro a Gesú;
e, come lo videro, lo pregarono di allontanarsi dal loro territorio.