1
Quando le mura furono terminate e io ebbi messo a posto le porte, e i portinai, i cantori e i Leviti, furono stabiliti nelle loro mansioni,
2
io diedi il comando di Gerusalemme ad Hanani mio fratello e ad Hananiah governatore della cittadella, perché era un uomo fedele e temeva DIO piú di tanti altri.
3
E dissi loro: «Le porte di Gerusalemme non devono essere aperte finché il sole non scotta;
e mentre le sentinelle sono ancora al loro posto di guardia le porte vengano chiuse e sbarrate.
Si stabiliscano delle guardie fra gli abitanti di Gerusalemme, alcuni al loro posto sulle mura e altri davanti alla loro casa».
4
La città era spaziosa e grande, ma dentro vi era poca gente e non si costruivano case
5
Allora il mio DIO mi mise in cuore di radunare i notabili, i magistrati e il popolo, per registrarli secondo le loro genealogie.
E trovai il registro genealogico di quelli che erano tornati dall'esilio la prima volta e in esso trovai scritto:
6
Questi sono quelli della provincia che tornarono dalla cattività, quelli che Nebukadnetsar, re di Babilonia aveva deportati e che erano tornati a Gerusalemme, e in Giuda ciascuno nella sua città.
7
Essi sono quelli che tornarono con Zorobabel, Jeshua, Nehemia, Azaria, Raamiah, Nahamani, Mardocheo, Bilshan, Mispereth, Bigvai, Nehum e Baanah.
Numero degli uomini del popolo d'Israele:
8
figli di Parosh, duemilacentosettantadue.
9
Figli di Scefatiah, trecentosettantadue.
10
Figli di Arah, seicentocinquantadue.
11
Figli di Pahath-Moab, dei figli di Jeshua e di Joab, duemilaottocentodiciotto.
12
Figli di Elam, milleduecentocinquantaquattro.
13
Figli di Zattu, ottocentoquarantacinque.
14
Figli di Zakkai, settecentosessanta.
15
Figli di Binnui, seicentoquarantotto.
16
Figli di Bebai, seicentoventotto.
17
Figli di Azgad, duemilatrecentoventidue.
18
Figli di Adonikam, seicentosessantasette.
19
Figli di Bigvai, duemilasessantasette.
20
Figli di Adin, seicentocinquantacinque.
21
Figli di Ater, della famiglia di Ezechia, novantotto.
22
Figli di Hashum, trecentoventotto.
23
Figli di Bezai, trecentoventiquattro.
24
Figli di Harif, centododici.
25
Figli di Gabaon, novantacinque.
26
Uomini di Betlemme e di Netofah, centottantotto.
27
Uomini di Anathoth, centoventotto.
28
Uomini di Beth-Azmaveth, quarantadue.
29
Uomini di Kirjiath-Jearim, di Kefirah e di Beeroth, settecentoquarantatre
30
Uomini di Ramah e di Gheba, seicentoventuno.
31
Uomini di Mikmas, centoventidue
32
Uomini di Bethel, e di Ai,
33
Uomini di un altro Nebo, cinquantadue.
34
Figli di un altro Elam, milleduecentocinquantaquattro.
35
Figli di Harim, trecentoventi.
36
Figli di Gerico, trecentoquarantacinque.
37
Figli di Lod, di Hadid e di Ono, settecentoventuno.
38
Figli di Senaah, tremilanovecentotrenta.
39
I sacerdoti: figli di Jedaiah, della casa di Jeshua, novecentosessantatre.
40
Figli di Immer, millecinquantadue.
41
Figli di Pashhur, milleduecentoquarantasette.
42
Figli di Harim, millediciassette.
43
I Leviti: figli di Jeshua, della famiglia di Kadmiel, dei figli di Hodevah, settantaquattro.
44
I cantori: figli di Asaf, centoquarantotto.
45
I portinai: figli di Shallum, figli di Ater, figli di Talmon, figli di Akkub, figli di Hatita, figli di Shobai, centotrentotto.
46
I Nethinei: figli di Tsiha, figli di Hasufa, figli di Tabaoth
47
figli di Keros, figli di Sia, figli di Padon,
48
figli di Lebana, figli di Hagaba, figli di Salmai,
49
figli di Hanan, figli di Ghiddel, figli di Gahar,
50
figli di Reaiah, figli di Retsin, figli di Nekoda,
51
figli di Gazzam, figli di Uzza, figli di Paseah
52
figli di Besai, figli di Meunim, figli di Nefiscesim
53
figli di Bakbuk, figli di Hakufa, figli di Harhur
54
figli di Bazlith, figli di Mehida, figli di Harsha
55
figli di Barkos, figli di Sisera, figli di Tamah,
56
figli di Netsiah, figli di Hatifa.
57
Figli dei servi di Salomone: figli di Sotai, figli di Sofereth, figli di Perida,
58
figli di Jaala, figli di Darkon, figli di Ghidel,
59
figli di Scefatiah, figli di Hattil, figli di Pokereth di Tsebaim, figli di Amon.
60
Totale dei Nethinei e dei figli dei servi di Salomone, trecentonovantadue.
61
Questi sono quelli che tornarono da Tel-Melah, da Tel-Harsha, da Kerub da Addon e da Immer, e che non furono in grado di stabilire la loro casa paterna o la loro discendenza, per dimostrare che appartenevano a Israele:
62
figli di Delaiah, figli di Tobiah, figli di Nekoda, seicentoquarantadue.
63
Tra i sacerdoti: figli di Habaiah, figli di Kots, figli di Barzillai, il quale aveva sposato una delle figlie di Barzillai, il Galaadita, e fu chiamato con il loro nome.
64
Questi cercarono i loro elenchi fra quelli che erano registrati nelle genealogie, ma non li trovarono;
furono cosí esclusi dal sacerdozio come impuri;
65
il governatore ordinò loro di non mangiare cose santissime finché non si presentasse un sacerdote con l'urim e il Thummin,
66
L'intera assemblea raggiungeva un totale di quarantaduemila trecentosessanta persone,
67
oltre ai loro servi e alle loro serve, in numero di settemilatrecentotrentasette.
Avevano pure duecentoquarantacinque cantori e cantanti.
68
Avevano settecentotrentasei cavalli, duecentoquarantacinque muli,
69
quattrocentotrentacinque cammelli e seimilasettecentoventi asini.
70
Alcuni capi delle case paterne donarono per il lavoro di costruzione.
Il governatore diede al tesoro mille darici d'oro, cinquanta coppe, cinquecentotrenta vesti sacerdotali.
71
Alcuni capi delle case paterne diedero al tesoro per il lavoro di costruzione ventimila darici d'oro e duemiladuecento mine d'argento
72
Il resto del popolo diede ventimila darici d'oro, duemila mine d'argento e sessantasette vesti sacerdotali.
73
Cosí i sacerdoti, i Leviti, i portinai, i cantori, alcuni del popolo, i Nethinei e tutti gli Israeliti si stabilirono nelle loro città.
Quando giunse il settimo mese, i figli d'Israele erano nelle loro città.