1
L'Eterno parlò ancora a Mosè, dicendo:
2
«Da' quest'ordine ai figli d'Israele e di' loro: Avrete cura di presentarmi al tempo stabilito la mia offerta, il cibo dei miei sacrifici fatti col fuoco, come odore soave a me.
3
E dirai loro: Questo è il sacrificio fatto col fuoco, che offrirete all'Eterno: due agnelli al giorno di un anno senza difetti, come olocausto perpetuo.
4
Un agnello lo offrirai al mattino, mentre l'altro agnello lo offrirai sull'imbrunire;
5
e, come oblazione di cibo, un decimo d'efa di fior di farina, mescolata con un quarto di hin di olio vergine.
6
E' un olocausto perpetuo, stabilito sul monte Sinai, un sacrificio fatto col fuoco, in odore soave all'Eterno.
7
La sua libazione sarà di un quarto di hin per ciascun agnello;
verserai la libazione di bevanda inebriante all'Eterno nel luogo santo.
8
L'altro agnello l'offrirai sull'imbrunire;
l'offrirai come l'oblazione di cibo del mattino e la sua libazione;
è un sacrificio fatto col fuoco, in odore soave all'Eterno.
9
Nel giorno di sabato offrirete due agnelli di un anno, senza difetto e, come oblazione di cibo, due decimi di fior di farina mescolata con olio con la sua libazione.
10
E l'olocausto del sabato, per ogni sabato, otre l'olocausto perpetuo e la sua libazione.
11
Al principio dei vostri mesi offrirete come olocausto all'Eterno due torelli, un montone, sette agnelli dell'anno senza difetti
12
e tre decimi di fior di farina mescolata con olio, come oblazione di cibo per ciascun torello, due decimi di fior di farina mescolata con olio, come oblazione di cibo per il montone,
13
e un decimo di fior di farina mescolata con olio, come oblazione di cibo per ogni agnello.
E' un olocausto di odore soave, un sacrificio fatto col fuoco all'Eterno.
14
Le libazioni saranno di un mezzo hin di vino per torello, di un terzo di hin per montone e di un quarto di hin per agnello.
Questo è l'olocausto di ogni mese, per tutti i mesi dell'anno.
15
E si offrirà all'Eterno un capretto come sacrificio per il peccato, oltre l'olocausto perpetuo e la sua libazione.
16
Nel quattordicesimo giorno del primo mese sarà la Pasqua in onore dell'Eterno.
17
E il quindicesimo giorno di quel mese sarà festa.
Per sette giorni si mangerà pane senza lievito.
18
Il primo giorno vi sarà una santa convocazione;
non farete alcun lavoro servile,
19
ma offrirete come sacrificio fatto col fuoco, un olocausto all'Eterno: due torelli, un montone e sette agnelli di un anno, i quali devono essere senza difetto,
20
con la loro oblazione di cibo di fior di farina mescolata con olio;
ne offrirete tre decimi per torello e due decimi per montone;
21
ne offrirai un decimo per ciascuno dei sette agnelli,
22
e offrirai un capro come sacrificio per il peccato, per fare l'espiazione per voi.
23
Offrirete questi sacrifici oltre l'olocausto del mattino, che è un olocausto perpetuo.
24
Così offrirete ogni giorno, per sette giorni, il cibo del sacrificio fatto col fuoco, di odore soave all'Eterno.
Lo si offrirà oltre l'olocausto perpetuo con la sua libazione".
25
Nel settimo giorno avrete una santa convocazione;
non farete alcun lavoro servile.
26
Il giorno delle primizie, quando presenterete all'Eterno una nuova oblazione di cibo, alla vostra festa delle settimane, avrete una santa convocazione;
non farete alcun lavoro servile.
27
Allora offrirete, come olocausti di odore soave all'Eterno, due torelli, un montone e sette agnelli di un anno,
28
con la loro oblazione di cibo di fior di farina mescolata con olio;
tre decimi per ciascun torello, due decimi per il montone,
29
e un decimo per ciascuno dei sette agnelli;
30
offrirete anche un capretto per fare l'espiazione per voi.
31
Offrirete questi sacrifici, oltre l'olocausto perpetuo con la loro oblazione di cibo e le loro libazioni.
Devono essere animali senza difetto.