1
Non a noi, o Eterno, non a noi ma al tuo nomegloria, per la tua benignità e per la tua fedeltà.
2
Perché direbbero le nazioni: «Dov'è ora il loro DIO?».
3
Ma il nostro DIO è nei cieli e fa tutto ciò che gli piace.
4
I loro idoli sono argento e oro, opera di mani d'uomo.
5
Hanno bocca ma non parlano, hanno occhi ma non vedono,
6
hanno orecchi ma non odono, hanno naso ma non odorano,
7
hanno mani ma non toccano, hanno piedi ma non camminano;
con la loro gola non emettono suono alcuno.
8
Come loro sono quelli che li fanno, tutti quelli che in essi confidano.
9
O Israele, confida nell'Eterno! Egli e il loro aiuto e il loro scudo.
10
O casa di Aaronne, confida nell'Eterno! Egli è il loro aiuto e il loro scudo.
11
O voi che temete l'Eterno, confidate nell'Eterno! Egli è il loro aiuto e il loro scudo.
12
L'Eterno si è ricordato di noi e ci benedirà;
sí, egli benedirà la casa d'Israele e benedirà la casa di Aaronne.
13
Egli benedirà quelli che temono l'Eterno, piccoli e grandi.
14
L'Eterno vi faccia crescere, voi e i vostri figli.
15
Siate benedetti dall'Eterno, che ha fatto i cieli e la terra.
16
I cieli sono i cieli dell'Eterno, ma la terra egli l'ha data ai figli degli uomini.
17
Non sono i morti che lodano l'Eterno, né alcuno di quelli che scendono nel luogo del silenzio.
18
Ma noi benediremo l'Eterno, ora e sempre.
Alleluia.