1
«Al maestro del coro.
Salmo di Davide.» Tu mi hai investigato, o Eterno e mi conosci.
2
Tu sai quando mi siedo e quando mi alzo, tu intendi il mio pensiero da lontano.
3
Tu esamini accuratamente il mio cammino e il mio riposo e conosci a fondo tutte le mie vie.
4
Poiché prima ancora che la parola sia sulla mia bocca tu, o Eterno, la conosci appieno.
5
Tu mi cingi di dietro e davanti e metti la tua mano su di me.
6
La tua conoscenza è troppo sublime per me talmente alta che non posso raggiungerla.
7
Dove potrei andare lontano dal tuo Spirito, o dove potrei fuggire lontano dalla tua presenza?
8
Se salgo in cielo, tu sei là;
se stendo il mio letto nello Sceol, ecco, tu sei anche là.
9
Se prendo le ali dell'alba e vado a dimorare all'estremità del mare,
10
anche là la tua mano mi guiderà e la tua destra mi afferrerà.
11
Se dico: «Certo le tenebre mi nasconderanno», persino la notte diventerà luce intorno a me;
12
le tenebre stesse non possono nasconderti nulla, anzi la notte risplende come il giorno;
le tenebre e la luce, sono uguali per te.
13
Sí, tu hai formato le mie interiora, tu mi hai intessuto nel grembo di mia madre.
14
Io ti celebrerò, perché sono stato fatto in modo stupendo;
le tue opere, sono meravigliose, e io lo so molto bene.
15
Le mie ossa non ti erano nascoste quando fui formato in segreto e intessuto nelle profondità della terra.
16
I tuoi occhi videro la massa informe del mio corpo, e nel tuo libro erano già scritti tutti i giorni che erano stati fissati per me anche se nessuno di essi esisteva ancora.
17
Oh, quanto mi sono preziosi i tuoi pensieri o DIO! Quanto grande è l'intero loro numero!
18
Se li volessi contare, sarebbero più numerosi della sabbia;
quando mi sveglio sono ancora con te.
19
Certamente tu ucciderai l'empio o DIO;
perciò voi, uomini di sangue, allontanatevi da me.
20
Essi parlano contro di te perfidamente, i tuoi nemici fanno uso del tuo nome invano.
21
Non odio forse quelli che ti odiano, o Eterno, e non detesto quelli che si levano contro di te?
22
Io li odio di un odio perfetto, essi son divenuti miei nemici.
23
Investigami, O DIO, e conosci il mio cuore;
provami e conosci i miei pensieri;
24
e vedi se vi è in me alcuna via iniqua, e guidami per la via eterna.