1
«Al maestro del coro.
Salmo di DavideLiberami, o Eterno dagli uomini malvagi;
proteggimi dagli uomini violenti,
2
che tramano malvagità nel loro cuore: essi si radunano continuamente per far guerra.
3
Aguzzano la loro lingua come il serpente e hanno un veleno di aspide sotto le loro labbra, (Sela)
4
Preservami, o Eterno, dalle mani dell'empio e proteggimi dall'uomo violento che cospirano per farmi cadere.
5
I superbi hanno nascosto per me un laccio e corde, mi hanno teso una rete ai margini del sentiero, hanno disposto tranelli per me.
(Sela)
6
Io ho detto all'Eterno: «Tu sei il mio DIO, ascolta o Eterno, il grido delle mie suppliche.
7
O Eterno il Signore, tu sei la forza della mia salvezza, tu hai coperto il mio capo nel giorno della battaglia.
8
O Eterno, non concedere agli empi quel che desiderano, non favorire i loro disegni, perché non si esaltino.
(Sela)
9
Fa che la testa di quanti mi circondano sia coperta dalla perversità delle loro stesse labbra.
10
Cadano loro addosso carboni accesi;
siano essi gettati nel fuoco, in fosse profonde, da cui non possano piú risorgere.
11
L'uomo maldicente non sia reso stabile sulla terra;
la sventura perseguiti l'uomo violento fino alla rovina».
12
Io so che l'Eterno difenderà la causa dell'afflitto e farà giustizia al povero.
13
Certo i giusti celebreranno il tuo nome, e gli uomini retti abiteranno alla tua presenza.