1
«Cantico di Davide, quando era nella caverna.
Preghiera.» Io grido con la mia voce all'Eterno;
con la mia voce imploro l'Eterno.
2
Davanti a lui io effondo il mio lamento davanti a lui espongo la mia avversità.
3
Quando il mio spirito veniva meno in me, tu conoscevi il mio cammino.
Essi hanno teso un laccio per me sul sentiero che stavo percorrendo.
4
Guardo alla mia destra ed ecco: non vi è alcuno che mi riconosca;
ogni via di scampo è preclusa;
nessuno si prende cura della mia vita.
5
grido a te, o Eterno, e dico: «Tu sei il mio rifugio, la mia parte nella terra dei viventi.
6
Presta attenzione al mio grido, perche sono ridotto agli estremi;
liberami dai miei persecutori, perché sono piú forti di me.
7
Fammi uscire dalla prigione, perché possa celebrare il tuo nome.
I giusti si stringeranno intorno a me, perché tu mi ricolmerai di beni».