1
«Al maestro del coro.
Salmo di DavideBeato chi si prende cura del povero;
l'Eterno lo libererà nel giorno dell'avversità.
2
L'Eterno lo custodirà e lo manterrà in vita;
egli sarà reso felice sulla terra, e tu non lo darai in balía dei suoi nemici.
3
L'Eterno lo sosterrà sul letto d'infermità;
nella sua malattia tu, o Eterno, trasformerai completamente il suo letto.
4
Io ho detto: «O Eterno, abbi pietà di me;
guarisci l'anima mia, perché ho peccato contro di te».
5
I miei nemici mi augurano del male, dicendo: «Quando morrà e quando perirà il suo nome?».
6
Se uno di loro viene a vedermi, dice il falso, mentre il suo cuore accumula iniquità;
poi esce fuori e la sparge in giro.
7
Tutti quelli che mi odiano bisbigliano insieme contro di me;
contro di me tramano il male,
8
dicendo: «Un male terribile gli si è attaccato addosso e non si rialzerà mai piú dal luogo in cui giace».
9
Persino il mio intimo amico, su cui facevo affidamento e che mangiava il mio pane, ha alzato contro di me il suo calcagno,
10
Ma tu, o Eterno, abbi pietà di me e rialzami perche li possa ripagare.
11
Da questo so che tu mi gradisci: se il mio nemico non trionfa su di me.
12
Quanto a me, tu mi hai sostenuto nella mia integrità e mi hai stabilito alla tua presenza per sempre.
13
Sia benedetto l'Eterno, il DIO d'Israele da sempre e per sempre.
Amen, amen.