1
«Al maestro del coro.
Sui "Gigli".
Un poema dei figli di Kore.
Un cantico d'amore.» Mi sgorgano dal cuore parole soavi;
io canto il mio poema al re.
La mia lingua sarà come la penna di un veloce scrittore.
2
Tu sei piú bello di tutti i figli degli uomini;
le tue labbra sono ripiene di grazia perciò DIO ti ha benedetto in eterno.
3
Cingi la spada al tuo fianco, o prode circondato dal tuo splendore e dalla tua maestà,
4
e nella tua maestà avanza sul carro vittorioso per la causa della verità, della mansuetudine e della giustizia, e la tua destra ti farà vedere opere tremende.
5
Le tue frecce sono affilate;
i popoli cadranno sotto di te;
esse penetreranno nel cuore dei nemici del re.
6
Il tuo trono, o DIO, dura in eterno;
lo scettro del tuo regno è uno scettro di giustizia.
7
Tu ami la giustizia e odi l'empietà;
perciò DIO, il tuo DIO, ti ha unto d'olio di letizia al di sopra dei tuoi compagni.
8
Tutte le tue vesti profumano di mirra, d'aloe, e di cassia;
dai palazzi d'avorio gli strumenti a corda ti rallegrano.
9
Figlie di re sono fra le tue dame d'onore, alla tua destra è la regina, adorna d'oro di Ofir.
10
Ascolta, fanciulla, guarda e porgi l'orecchio;
dimentica il tuo popolo e la casa di tuo padre,
11
e il re desidererà grandemente la tua bellezza;
prostrati davanti a lui, perché egli è il tuo Signore.
12
La figlia di Tiro ti porterà dei doni, e i ricchi del popolo cercheranno i tuoi favori
13
Tutta splendore è la figlia del re di dentro;
la sua veste è tutta trapunta d'oro.
14
Ella sarà condotta al re in vesti ricamate, seguita dalle vergini sue compagne, che saranno presentate a te.
15
Esse saranno condotte con letizia e con giubilo, ed entreranno nel palazzo del re.
16
I tuoi figli prenderanno il posto dei tuoi padri;
tu li farai principi per tutta la terra.
17
pubblicherò la memoria del tuo nome per ogni età;
perciò i popoli ti celebreranno in eterno, per sempre.