1
«Al maestro del coro.
Per flauto.
Salmo di Davide» Porgi l'orecchio alle mie parole, o Eterno;
sii attento al mio lamento.
2
Ascolta la voce del mio grido, o mio Re e mio DIO, poiché a te rivolgo la mia preghiera.
3
O Eterno, al mattino tu dai ascolto alla mia voce, al mattino eleverò la mia preghiera a te e aspetterò.
4
perché tu non sei un Dio che prende piacere nell'empietà;
con te non può dimorare il male.
5
Quelli che si gloriano, non potranno reggere davanti ai tuoi occhi;
tu hai in odio tutti gli operatori d'iniquità.
6
Tu farai perire tutti quelli che dicono menzogne;
l'Eterno detesta l'uomo di sangue e di frode.
7
Ma io, per la tua grande benignità entrerò nella tua casa e adorerò con gran timore, rivolto al tuo santo tempio.
8
O Eterno, guidami per la tua giustizia, a motivo dei miei nemici;
raddrizza davanti a me la tua via
9
perché nella loro bocca non c'è alcuna rettitudine;
il loro cuore non medita altro che rovina;
la loro gola è un sepolcro aperto;
lusingano con la loro lingua.
10
Condannali o DIO, non riescano nei loro disegni;
scacciali per la moltitudine dei loro misfatti, perché si sono ribellati contro di te.
11
Ma si rallegrino tutti quelli che si rifugiano in te, mandino grida di gioia per sempre, perché tu li proteggi;
esultino in te quelli che amano il tuo nome.
12
perché tu, o Eterno, benedirai il giusto;
tu lo circonderai con la tua grazia, come d'uno scudo.