1
«Al maestro del coro.
Cantico di Davide.» Lo stolto ha detto in cuor suo: «DIO non c'è».
Sono corrotti, fanno cose abominevoli;
non c'è nessuno che faccia il bene.
2
DIO guarda dal cielo sui figli degli uomini, per vedere se vi sia qualcuno che abbia intelletto e cerchi DIO.
3
Si sono tutti sviati, sono divenuti tutti corrotti;
non c'è nessuno che faccia il bene, neppure uno.
4
Non hanno alcuna conoscenza questi operatori d'iniquità che divorano il mio popolo come se mangiassero pane, e non invocano DIO?
5
Perché sono presi da gran spavento dove non c'èra motivo di spavento, perché DIO ha disperso le ossa di chi si accampa contro di te.
Tu li hai coperti di vergogna, perché DIO li ha rigettati.
6
Chi manderà da Sion la salvezza, d'Israele? Quando DIO ristabilirà la sorte del suo popolo in cattività, Giacobbe esulterà, Israele si rallegrerà.