1
«Al maestro del coro.
Salmo di DavideAscolta la mia voce, o DIO, nel mio lamento che innalzo a te;
preserva la mia vita dal terrore del nemico.
2
Nascondimi dalle macchinazioni dei malvagi e dalla folla turbolenta degli operatori d'iniquità.
3
Essi affilano la loro lingua come una spada, e al posto di frecce scagliano parole amare
4
per colpire di nascosto l'innocente;
lo colpiscono all'improvviso senza alcun timore.
5
S'incoraggiano a vicenda in imprese malvagie;
parlano di tendere lacci di nascosto e dicono: «Chi li vedrà?».
6
Tramano cose malvagie e dicono: «Abbiamo messo a punto un piano perfetto».
I pensieri reconditi e il cuore dell'uomo sono imperscrutabili.
7
Ma DIO scaglierà contro di loro le sue frecce, e saranno improvvisamente abbattuti.
8
Essi cadranno, e il male fatto dalle loro lingue ricadrà su di loro;
chiunque li vedrà scuoterà la testa.
9
Allora tutti gli uomini temeranno e racconteranno l'opera di DIO, e riconosceranno ciò che egli ha fatto.
10
Il giusto si rallegrerà nell'Eterno e cercherà rifugio in lui, e tutti i retti di cuore si glorieranno.