1
«Al maestro del coro.
Di Davide.
Per far ricordare.» O DIO, affrettati a liberarmi.
O Eterno, affrettati in mio aiuto.
2
Siano svergognati e confusi quelli che cercano la mia vita, voltino le spalle e siano coperti di vergogna quelli che desiderano il mio male.
3
Voltino le spalle a motivo della loro vergogna quelli che dicono: «Ah, ah!».
4
Si rallegrino e gioiscano in te tutti quelli che ti cercano, e quelli che amano la tua salvezza dicano del continuo: «Sia magnificato DIO!».
5
Ma io sono povero e bisognoso, o DIO, affrettati a venire in mio aiuto, tu sei il mio aiuto e il mio liberatore o Eterno, non tardare.