1
Chi dimora nel riparo dell'Altissimo, riposa all'ombra dell'Onnipotente.
2
dico all'Eterno: «Tu sei il mio rifugio e la mia fortezza, il mio DIO, in cui confido».
3
Certo egli ti libererà dal laccio dell'uccellatore e dalla peste mortifera.
4
Egli ti coprirà con le sue penne e sotto le sue ali troverai rifugio;
la sua fedeltà ti sarà scudo e corazza.
5
Tu non temerai lo spavento notturno, né la freccia che vola di giorno,
6
né la peste che vaga nelle tenebre, né lo sterminio che imperversa a mezzodí.
7
Mille cadranno al tuo fianco e diecimila alla tua destra, ma a te non si accosterà.
8
Basta che tu osservi con gli occhi;
e vedrai la retribuzione degli empi.
9
Poiché tu hai detto: «O Eterno, tu sei il mio rifugio», e hai fatto dell'Altissimo il tuo riparo,
10
non ti accadrà alcun male, né piaga alcuna si accosterà alla tua tenda.
11
Poiché egli comanderà ai suoi Angeli di custodirti in tutte le tue vie.
12
Essi ti porteranno nelle loro mani, perché il tuo piede non inciampi in alcuna pietra.
13
Tu camminerai sul leone e sull'aspide, calpesterai il leoncello e il dragone.
14
Poiché egli ha riposto in me il suo amore io lo libererò e lo leverò in alto al sicuro perché conosce il mio nome.
15
Egli mi invocherà e io gli risponderò;
sarò con lui nell'avversità;
lo libererò e lo glorificherò.
16
Lo sazierò di lunga vita e gli farò vedere la mia salvezza.