1
Poi Naomi, sua suocera, le disse: «Figlia mia, non cercherò io un posto di riposo per te, affinche tu sia felice?
2
Ora Boaz, con le serve del quale tu sei stata, non è forse nostro parente? Ecco questa sera egli deve vagliare l'orzo sull'aia.
3
Perciò lavati, ungiti, mettiti le vesti migliori e scendi all'aia;
ma non farti riconoscere da lui fino a che non abbia finito di mangiare e di bere.
4
Quando andrà a coricarsi, osserva il luogo dove si corica;
poi va
5
Ruth le rispose: «Farò tutto quello che dici».
6
Così scese all'aia e fece tutto ciò che la suocera le aveva ordinato.
7
Boaz mangiò e bevve e col cuore allegro andò a coricarsi accanto al mucchio di grano.
Allora ella venne pian piano, gli scoperse i piedi e si coricò.
8
Verso mezzanotte egli si svegliò di soprassalto e si voltò;
ed ecco, una donna giaceva ai suoi piedi.
9
«Chi sei tu?» le disse.
Ella rispose: «Sono Ruth, tua serva;
stendi il lembo del tuo mantello sulla tua serva, perché tu hai il diritto di riscatto».
10
Egli disse: «Sii benedetta dall'Eterno, figlia mia! La bontà mostrata quest'ultima volta supera quella di prima perché non sei corsa dietro a giovani poveri o ricchi.
11
Ora dunque, non temere figlia mia;
io farò per te tutto ciò che richiedi perché tutta la gente della mia città conosce che sei una donna virtuosa
12
Or è vero che io ho il diritto di riscatto;
ma ce n'è uno che è parente più stretto di me.
13
Passa qui la notte;
e domani mattina, se egli farà valere il suo diritto nei tuoi confronti, va bene, lo faccia pure;
ma se non vorrà far valere il suo diritto con te io farò valere il mio e ti riscatterò, com'è vero che l'Eterno vive! Sta' coricata fino al mattino».
14
Così ella rimase coricata ai suoi piedi fino al mattino;
ma si alzò prima che uno possa riconoscere un altro, perché egli aveva detto: «Nessuno sappia che questa donna è venuta sull'aia!».
15
Poi aggiunse: «Porta il mantello che hai indosso e sorreggilo».
Ella lo sorresse, ed egli vi versò sei misure di orzo, glielo mise sulle spalle;
poi essa rientrò in città.
16
Così tornò dalla suocera, che le disse: «Sei tu, figlia mia?».
Allora essa le raccontò tutto ciò che l'uomo aveva fatto per lei,
17
e aggiunse: «Mi ha anche dato queste sei misure di orzo, perché mi ha detto "Non devi tornare da tua suocera a mani vuote"».
18
Naomi disse: «Rimani qui, figlia mia, finche tu sappia come andrà a finire la cosa, perché quest'uomo non si darà riposo, finche non abbia sistemato oggi stesso la cosa».