Le opere e la Parola di Dio

1
Al direttore del coro.
Salmo di *Davide.
I cieli raccontano la gloria di Dio
e il firmamento annunzia l'opera delle sue mani.
2
Un giorno rivolge parole all'altro,
una notte comunica conoscenza
all'altra.
3
Non hanno favella, né parole;
la loro voce non s'ode,
4
ma il loro suono si diffonde per tutta la terra,
i loro accenti giungono fino
all'estremità del mondo.
Là, Dio ha posto una tenda per il sole,
5
ed esso è simile a uno sposo ch'esce dalla sua camera nuziale;
gioisce come un prode lieto di
percorrere la sua via.
6
Egli esce da una estremità dei cieli,
e il suo giro arriva fino all'altra
estremità;
nulla sfugge al suo calore.
7
La legge del Signore è perfetta,
essa ristora l'anima;
la testimonianza del Signore è
veritiera, rende saggio il semplice.
8
I precetti del Signore sono giusti,
rallegrano il cuore;
il comandamento del Signore è
limpido, illumina gli occhi.
9
Il timore del Signore è puro, sussiste per sempre;
i giudizi del Signore sono verità,
tutti quanti son giusti,
10
sono piú desiderabili dell'oro, anzi, piú di molto oro finissimo;
son piú dolci del miele, anzi, di quello che stilla dai favi.
11
Anche il tuo servo è da essi
ammaestrato;
v'è gran ricompensa a osservarli.
12
Chi conosce i suoi errori?
Purificami da quelli che mi sono occulti.
13
Trattieni inoltre il tuo servo dai
peccati volontari,
e fa' che non prendano il sopravvento su di me;
allora sarò integro e puro da grandi
trasgressioni.
14
Siano gradite le parole della mia
bocca
e la meditazione del mio cuore in tua
presenza,
o Signore, mia Ròcca e mio redentore!