La conquista di Rabba

1
L’anno seguente, nel tempo in cui i re cominciano la guerra, Ioab, alla testa di un poderoso esercito, andò a devastare il paese dei figli di Ammon e assediò Rabba;
ma Davide rimase a Gerusalemme.
E Ioab batté Rabba e la distrusse.
2
Davide tolse dalla testa del loro re la corona, e trovò che pesava un talento d’oro e che aveva una pietra preziosa;
essa fu posta sulla testa di Davide.
Egli riportò anche dalla città un grandissimo bottino.
3
Fece uscire gli abitanti che erano nella città e li fece lavorare con seghe, érpici di ferro e scuri.
Così fece Davide a tutte le città dei figli di Ammon.
Poi Davide se ne tornò a Gerusalemme con tutto il popolo.


Vittorie di Davide sui Filistei

4
Dopo ci fu una battaglia con i Filistei, a Ghezer.
Allora Sibbecai di Cusa uccise Sippai, uno dei discendenti di Rafa;
e i Filistei furono umiliati.
5
Ci fu un’altra battaglia con i Filistei;
ed Elanan, figlio di Iair, uccise Lami, fratello di Goliat di Gat, la cui asta della lancia era come un subbio da tessitore.
6
Ci fu ancora una battaglia a Gat, dove si trovò un uomo di grande statura, che aveva sei dita per ciascuna mano e per ciascun piede, in tutto ventiquattro dita.
Anch’egli era dei discendenti di Rafa.
7
Egli insultò Israele;
e Gionatan, figlio di Simea, fratello di Davide, l’uccise.
8
Questi quattro uomini erano nati a Gat della stirpe di Rafa.
Essi perirono per mano di Davide e per mano della sua gente.