Doveri degli anziani e dei giovani;
saluti


1
Esorto dunque gli anziani che sono tra di voi, io che sono anziano con loro e testimone delle sofferenze di Cristo e che sarò pure partecipe della gloria che deve essere manifestata:
2
pascete il gregge di Dio che è tra di voi, {sorvegliandolo,} non per obbligo, ma volenterosamente secondo Dio;
non per vile guadagno, ma di buon animo;
3
non come dominatori di quelli che vi sono affidati, ma come esempi del gregge.
4
E quando apparirà il supremo pastore, riceverete la corona della gloria che non appassisce.
5
Così anche voi, giovani, siate sottomessi agli anziani.
E tutti rivestitevi di umiltà gli uni verso gli altri, perché Dio resiste ai superbi ma dà grazia agli umili.
6
Umiliatevi dunque sotto la potente mano di Dio, affinché egli vi innalzi a suo tempo,
7
gettando su di lui ogni vostra preoccupazione, perché egli ha cura di voi.
8
Siate sobri, vegliate;
il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare.
9
Resistetegli stando fermi nella fede, sapendo che le medesime sofferenze affliggono i vostri fratelli sparsi per il mondo.
10
Or il Dio di ogni grazia, che vi ha chiamati alla sua gloria eterna in Cristo {Gesù}, dopo che avrete sofferto per breve tempo, vi perfezionerà egli stesso, vi renderà fermi, vi fortificherà stabilmente.
11
A lui sia la [gloria e la] potenza, in eterno.
Amen.
12
Per mezzo di Silvano, che considero vostro fedele fratello, vi ho scritto brevemente, esortandovi e attestando che questa è la vera grazia di Dio;
in essa state saldi.
13
La chiesa che è in Babilonia, eletta come voi, vi saluta.
Anche Marco, mio figlio, vi saluta.
14
Salutatevi gli uni gli altri con un bacio d’amore fraterno.
Pace a voi tutti che siete in Cristo [Gesù].
[Amen.]