Ripetizione delle leggi e delle prescrizioni
Ordine di servire il Signore nel luogo scelto da lui


1
«Queste sono le leggi e le prescrizioni che avrete cura d’osservare nel paese che il Signore, il Dio dei tuoi padri, ti dà, perché tu lo possegga, tutto il tempo che vivrete nel paese.
2
Distruggerete interamente tutti i luoghisugli alti monti, sui colli e sotto ogni albero verdeggiantedove le nazioni che state per scacciare servono i loro dèi.
3
Demolirete i loro altari, spezzerete le loro statue, darete alle fiamme i loro idoli di Astarte, abbatterete le immagini scolpite dei loro dèi e farete sparire il loro nome da quei luoghi.
4
«Non farete così riguardo al Signore Dio vostro;
5
ma lo cercherete nella sua dimora, nel luogo che il Signore, il vostro Dio, avrà scelto fra tutte le vostre tribù, per mettervi il suo nome;
andrete;
6
porterete i vostri olocausti e i vostri sacrifici, le vostre decime, quello che le vostre mani avranno prelevato, le vostre offerte votive e le vostre offerte volontarie, i primogeniti dei vostri armenti e delle vostre greggi;
7
mangerete davanti al Signore Dio vostro, e vi rallegrerete, voi e le vostre famiglie, godendo di tutto ciò a cui avrete messo mano e con cui il Signore, il vostro Dio, vi avrà benedetti.
8
Non farete come facciamo oggi qui, dove ognuno fa tutto quello che gli pare bene,
9
perché finora non siete giunti al riposo e all’eredità che il Signore, il vostro Dio, vi dà.
10
Voi dunque passerete il Giordano e abiterete il paese che il Signore, il vostro Dio, vi dà in eredità;
avrete pace da tutti i vostri nemici che vi circondano e vivrete nella sicurezza.
11
Allora porterete al luogo che il Signore, il vostro Dio, avrà scelto per dimora del suo nome, tutto quello che vi comando: i vostri olocausti e i vostri sacrifici, le vostre decime, quello che le vostre mani avranno prelevato, e tutte le offerte scelte che avrete consacrato per voto al Signore.
12
Vi rallegrerete davanti al Signore vostro Dio, voi, i vostri figli, le vostre figlie, i vostri servi, le vostre serve e il Levita che abiterà nelle vostre città;
poiché egli non ha né parteproprietà tra di voi.
13
Allora ti guarderai bene dall’offrire i tuoi olocausti in un luogo qualsiasi;
14
ma offrirai i tuoi olocausti nel luogo che il Signore avrà scelto in una delle tue tribù;
farai tutto quello che ti comando.
15
Però potrai a tuo piacimento scannare animali e mangiarne la carne in tutte le tue città, secondo la benedizione che il Signore ti avrà elargita;
tanto colui che sarà impuro come colui che sarà puro ne potranno mangiare, come si fa della carne di gazzella e di cervo,
16
ma non ne mangerete il sangue;
lo spargerai per terra come acqua.
17
Non potrai mangiare entro le tue città le decime del tuo frumento, del tuo mosto, del tuo olio, né i primogeniti dei tuoi armenti e delle tue greggi, né ciò che avrai consacrato per voto, né le tue offerte volontarie, né quel che le tue mani avranno prelevato;
18
mangerai queste cose davanti al Signore tuo Dio, nel luogo che il Signore, il tuo Dio, avrà scelto, tu, tuo figlio, tua figlia, il tuo servo, la tua serva e il Levita che abita nelle tue città;
e ti rallegrerai, davanti al Signore Dio tuo, di ogni cosa a cui avrai messo mano.
19
Guàrdati bene, tutto il tempo che vivrai nel tuo paese, dal trascurare il Levita.
20
Quando il Signore, il tuo Dio, avrà ampliato i tuoi confini, come ti ha promesso, e tu, desiderando mangiar carne, dirai: “Vorrei mangiare carne!”, allora potrai mangiarne a tuo piacimento.
21
Se il luogo che il Signore, il tuo Dio, avrà scelto per porvi il suo nome sarà lontano da te, potrai scannare del bestiame grosso e minuto che il Signore ti avrà dato, come ti ho prescritto;
e potrai mangiarne a piacimento entro le tue città.
22
Soltanto, ne mangerai come si mangia la carne di gazzella e di cervo;
ne potrà mangiare tanto chi sarà impuro quanto chi sarà puro;
23
ma guàrdati assolutamente dal mangiarne il sangue, perché il sangue è la vita, e tu non mangerai la vita insieme con la carne.
24
Non lo mangerai;
lo spargerai per terra come acqua.
25
Non lo mangerai affinché tu sia felice, e i tuoi figli dopo di te, quando avrai fatto ciò che è giusto agli occhi del Signore.
26
Ma quanto alle cose che avrai consacrato o promesso per voto, le prenderai e andrai al luogo che il Signore avrà scelto,
27
e offrirai i tuoi olocausti, la carne e il sangue, sull’altare del Signore tuo Dio;
e il sangue delle altre tue vittime dovrà essere sparso sull’altare del Signore tuo Dio, e tu mangerai la carne.
28
Osserva e ascolta tutte queste cose che ti comando, affinché tu sia felice, e i tuoi figli dopo di te, quando avrai fatto ciò che è bene e giusto agli occhi del Signore tuo Dio.
29
«Quando il Signore, il tuo Dio, avrà sterminato davanti a te le nazioni che tu stai andando a spodestare, e quando le avrai spodestate e ti sarai stabilito nel loro paese,
30
guàrdati bene dal cadere nel laccio seguendo il loro esempio, dopo che saranno state distrutte davanti a te, e dall’informarti sui loro dèi, dicendo: “Come servivano i loro dèi queste nazioni? Anch’io voglio fare lo stesso”.
31
Non farai così riguardo al Signore tuo Dio, poiché esse praticavano verso i loro dèi tutto ciò che è abominevole per il Signore e che egli detesta;
davano perfino alle fiamme i loro figli e le loro figlie, in onore dei loro dèi.
32
Avrete cura di mettere in pratica tutte le cose che vi comando;
non vi aggiungerai nulla e nulla ne toglierai.